Lunedì, 04 Novembre 2013 17:47

Orecchiette in salsa di broccoli con noci, pancetta ed emmenthal

Scritto da

Ciao, oggi voglio proporvi una ricetta per un primo piatto semplice e veloce. Si tratta delle orecchiette in salsa di broccoli con noci, pancetta ed emmenthal. Ecco la ricetta:

Ingredienti per due persone:

-        200 gr. di orecchiette

-        300 gr. di broccoli baresi

-        1 spicchio d’aglio

-        80 gr. di pancetta dolce

-        5 noci secche

-        30 gr. di emmenthal grattugiato

-        Sale, pepe ed olio extravergine d’oliva q.b.

Procedimento:

Lavate e tagliate i broccoli baresi, dividendoli in tante piccole cime. In un tegame, lessate le cime dei broccoli in abbondante acqua non salata. Una volta cotti, scolateli avendo cura di conservare una parte dell’acqua di cottura che utilizzeremo al fine di ottenere una salsa non troppo densa. Saltate i broccoli in una padella con un filo d’olio extravergine ed uno spicchio d’aglio, aggiungendo sale e pepe a piacimento. Eliminate lo spicchio d’aglio e frullate il tutto dosando opportunamente l’acqua di cottura dei broccoli, che avevamo tenuto da parte, in modo da ottenere una salsa abbastanza fluida.

A parte lessate le orecchiette in acqua salata. Nel frattempo in una padella, fate tostare la pancetta e le noci precedentemente sgusciate e sminuzzate grossolanamente. Scolate la pasta e fatela saltare in padella insieme alla salsa di broccoli, alla pancetta ed alle noci. A questo punto possiamo “impiattare”, aggiungendo l’emmenthal grattugiato ed un pizzico di pepe nero. Buon appetito!

Abbinamento

roseto del volturnoPer questo piatto propongo l’abbinamento con il Roseto del Volturno di Terre del Principe. Si tratta di un vino rosato ottenuto da uve di Pallagrello Nero e Casavecchia. Per questo vino viene riproposto, in chiave rosato, lo stesso blend del “Castello delle Femmine” che tante soddisfazioni ha dato all’azienda di Castel Campagnano.

Il colore è di un rosa antico splendente. All’olfatto mostra caratteristiche “anomale” rispetto a quello che offre il panorama di questa tipologia di vino. I sentori floreali, quasi inesistenti, lasciano il posto a note speziate e minerali. Il frutto, appena percettibile, è maturo, quasi da vino rosso. Tutti i sentori sono, comunque, poco pronunciati, forse perché un pò "coperti" dall'alcol (14%!!!) che è, a nostro avviso, un po’ eccessivo. In bocca ha carattere da vendere, corpo e struttura da vino rosso, sostenute da una freschezza decisa e da una buona sapidità. Il risultato è un palato ben equilibrato e persistente. In conclusione un ottimo vino rosato, solo un po’ debole al naso, che ci ricorda le migliori espressioni di questa tipologia di vino prodotte nel Salento.

Letto 2421 volte
Altro in questa categoria: « Calamaro in umido La Pastiera di grano »

Questo sito non è una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità definita. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Alcune immagini presenti su questo sito sono state reperite su internet e liberamente riprodotte. Chiunque voglia rivalerne la paternità o chiederne l'eliminazione, scriva a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.