Chiamaci 3337451218

Il Fiano del Cilento

Mercoledì, 21 Giugno 2017 14:43 Scritto da

Il Cilento,è una subregione montuosa della Campania in provincia di Salerno, nella zona meridionale della regione. La zona è limitata a nord dalla catena dei monti Alburni e a est dal Vallo di Diano. Si fa derivare il nome da “cis Alentum” ("al di qua dell'Alento"), anche se il fiume non ne segna più il confine. E’ una zona molto ampia che attraversa numerosi comuni della costa e dell'entroterra, da Agropoli (roccaforte dei pirati saraceni), a Sapri e poi ancora verso l'interno, al confine con la Basilicata.

Il Lambrusco

Sabato, 22 Aprile 2017 00:04 Scritto da

Con il termine Lambrusco si identifica in realtà non uno ma una famiglia di vitigni a bacca rossa, dai quali si ottengono differenti varietà di vino, coltivati prevalentemente in Emilia Romagna ma presenti anche in altre zone d’Italia come la Lombardia, il Trentino, il Veneto e la Puglia.
Le origini del Lambrusco sono antichissime e sono riportate in tantissime testimonianze scritte di famosi poeti e scrittori dell'antica Roma (potevano mai mancare? :-) ) , tra cui Virgilio, Plinio il Vecchio e Catone che, nello specifico, raccontano di una "Lambrusca Vitis", ovvero di una vite selvatica che produceva frutti dal gusto aspro e che cresceva ai margini delle campagne. Sembrerebbe essere proprio questa l’etimologia della parola Lambrusco, che pare derivi da labrum (margine dei campi) e ruscum (pianta spontanea).
Alle origini, pertanto, c’è la vite selvatica e spontanea dalla cui domesticazione hanno avuto origine tutta una famiglia di vitigni, che vengono generalmente indicati come "Lambruschi".

I principali vitigni in Basilicata

Mercoledì, 16 Marzo 2016 15:05 Scritto da

Quando pensiamo ai vitigni coltivati in Basilicata, la mente corre subito all'Aglianico il cui utilizzo è veramente predominante rispetto ad altre varietà di vite. Vale la pena qui di ricordare che però in Basilicata si coltivano anche altre varietà. Nell'elenco che segue troverete, divisi per provincia, i nomi dei vitigni maggiormente diffusi. 

Vitigni Lucani divisi per provincia

Matera
Vitigni autorizzati:
Uve bianche: Chardonnay, Moscato bianco.
Uve grigie: Pinot grigio.
Uve nere: Aleatico, Primitivo.
 

Potenza
Vitigni raccomandati:
Uve bianche: Asprinio bianco, Bombino bianco, Fiano, Malvasia bianca di Basilicata, Trebbiano toscano.
Uve nere: Aglianico, Aglianicone, Aleatico, Bombino nero, Ciliegiolo, Malvasia nera di Basilicata, Montepulciano, Sangiovese.
Vitigni autorizzati:
Uve bianche: Chardonnay.
Uve grigie: Pinot grigio.

I principali vitigni in Campania

Lunedì, 30 Gennaio 2012 15:40 Scritto da

Tra le varietà autoctone campane che riescono ad esprimere i vini di maggiore livello qualitativo sicuramente bisogna elencare il Piedirosso, la Falanghina, la Coda di Volpe, il Fiano e il Greco.

Il Piedirosso è un vitigno a bacca rossa che deve il suo nome ai suoi "piedi rossi" ovvero ai suoi raspi che, nella fase di avanzata maturazione dei grappoli, assumono un caratteristico coloro rosso (in dialetto viene chiamato Pèr ‘e Palummo, cioè "piede del palombo", per via del terminale del raspo simile alla zampa del piccione). E' un vitigno da sempre utilizzato negli uvaggi ma vinificato da solo ha dimostrato di poter produrre vini dalla spiccata personalità gusto-olfattiva, offrendo ottimi risultati anche in surmaturazione.

La Falanghina è un vitigno a bacca bianca di origine greca. La sua maturazione tardiva consente ai produttori di modulare a proprio piacimento il periodo della raccolta, spesso in epoca di surmaturazione, in modo da ottenere profili di acidità e alcool coerenti con la propria idea di piacevolezza dei prodotti. E' a questo che si deve l'enorme differenza qualitativa delle numerose etichette presenti oggi sul mercato nonché ad un enorme successo di vendite che ha spinto i produttori ad aumentare le rese e a produrre dei vini di basso spessore qualitativo.

EnoBlogRoll

Link utili

Associazione "Enodegustatori Campani"

Invio campioni

Le Aziende che vogliono inviare le schede tecniche e i campioni dei loro prodotti, in modo da poterli degustare e recensire, possono farlo scrivendo al seguente indirizzo email:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
La degustazione ed eventuale recensione dei campioni inviati, saranno effettuate a titolo gratuito.Tra i vini pervenuti verranno recensite soltanto le etichette ritenute, ad insindacabile giudizio/scelta del blog, meritevoli di essere segnalate.

Link utili
 
Associazione "Enodegustatori Campani"
Privacy Policy