Chiamaci 3337451218

Tresinus Paestum IGT 2015 Azienda San Giovanni

Martedì, 11 Luglio 2017 06:01 Scritto da Pasquale Russo

L'Azienda San Giovanni nasce da un progetto di Mario Corrado e Ida Budetta e sorge a Punta Tresino di Castellabate, a picco sul mare. In questo luogo paradisiaco, un’area doppiamente protetta dal parco del Cilento e da quello marino di Punta Tresino, circondati da macchia mediterranea, si trovano i 4 ettari vitati di proprietà. Qui le condizioni pedoclimatiche sono molto favorevoli per la produzione di uve sane e di alta qualità, perché ci troviamo in bassa collina a contatto col mare, in una zona molto ventilata, soleggiata e riparata alle spalle dalle cime delle colline più alte. L'azienda produce in totale circa 20.000 bottiglie di vino all'anno, mentre il "Tresinus" viene prodotto in soli 3.000 esemplari, vinificato ed affinato in solo acciaio.

Il "Tresinus" 2015 è un vino bianco solare, fresco ed allegro. Agli occhi si presenta con un bel colore giallo paglierino splendente. Al naso, esile e delicato, è un susseguirsi di odori mediterranei, frutta estiva, macchia, erbe, lievi note agrumate, muschio. Il sorso è fresco, sapido e di buona struttura. Il "Tresinus" 2015 è un vino bianco importante ma neanche per un istante la sua struttura e alcolicità (13,5%) rallentano o appesantiscono la beva che, al contrario, risulta leggera,fresca e veloce. Insomma proprio un grande bianco in perfetto equilibrio.

Siamo nelle Marche in provincia di Ancona dove, precisamente a Montecarotto, si trovano le cantine Moncaro "Terre Cortesi", azienda che riesce, da tempo, a coniugare quantità e qualità. Ne è la riprova il Verde Ca' Ruptae di cui l'azienda ne produce circa 90.000 bottiglie all'anno. Il Verde Ca’ Ruptae nasce dalle uve Verdicchio di 3 vigneti selezionati fra i comuni di Serra de’ Conti in contrada San Martino, Montecarotto in contrada San Lorenzo e Castelplanio in contrada Piagge, all’interno dell’area classica di produzione del Verdicchio. Qui il suolo di origine sedimentario marino alluvionale, garantisce la presenza di argilla e sabbia. Le esposizioni sono ben assolate e l'altitudine dei terreni, poco pendenti, compresa tra i 250 ed i 350 metri. Le uve sono raccolte a mano con attenta selezione dei grappoli. Il processo di vinificazione prevede la macerazione a freddo del mosto sulle bucce, la pressatura soffice e la fermentazione a temperatura controllata con lieviti autoctoni selezionati. Il vino matura in serbatoi di acciaio inox sulle fecce fini di fermentazione per un periodo di 4 mesi, ed è questo il punto di forza di questo verdicchio. Infatti la maturazione "sur lie" gli dona complessità e struttura. Alla vista si presenta con un vivace colore giallo paglierino con riflessi di verde e di oro. Ottima la consistenza. Al naso è intenso e complesso. Si percepiscono erbe aromatiche, frutti bianchi, fiori gialli ed un leggero sentore fragrante di crosta di pane. Al gusto è secco e morbido, fresco e di buona sapidità, equilibrato e di ottima struttura coadiuvata dalla componente alcolica (13,5%).

Amarone Classico DOCG 2011 Zenato

Venerdì, 10 Marzo 2017 16:35 Scritto da Pasquale Russo

L’anima e il cuore dell'Azienda Vitivinicola Zenato risiedono in Veneto nelle antiche terre del Lugana e della Valpolicella, luoghi dal clima mite e di impareggiabile fascino che si affacciano sulla sponda veneta del Lago di Garda.

I vigneti dell'azienda si estendono per 75 ettari nella tenuta Zenato di S. Cristina a San Benedetto di Lugana e nella tenuta Costalunga in Valpolicella; ed è in quest'ultima che vengono coltivati i rinomati vitigni Corvina, Rondinella e Oseleta che danno poi vita all'Amarone Zenato.

Prodotto dalle migliori uve della tenuta Costalunga, a S. Ambrogio nella zona classica della Valpolicella, l'Amarone Zenato è ottenuto da un 80% di Corvina, un 10% di Rondinella e un 10% di Oseleta. A seconda dell'annata, la vendemmia avviene tra l'ultima decade di settembre e la prima di ottobre. La raccolta è rigorosamente manuale. Le uve, dopo la raccolta e un'accurata selezione, vengono lasciate riposare nel fruttaio per un periodo che varia da 3 a 4 mesi in cassette, curando la spaziatura tra grappolo e grappolo per favorire il corretto e migliore appassimento. Le uve appassite vengono poi pigiate e macerate sulle bucce per 15-20 giorni alla temperatura di 23-25°C. Il nuovo vino viene affinato in botti di rovere per un periodo minimo di 36 mesi. Segue l'imbottigliamento ed un lungo periodo di affinamento in vetro.

Alla vista il vino si presenta con un intenso colore rosso rubino. Al naso è di buona intensità, grande complessità e buona finezza. Sensazioni di marasca, prugna e pepe nero si susseguono. A seguire note vegetali, cioccolato e tabacco. Il sorso è caldo, morbido, avvolgente, quasi vellutato. E' ben bilanciato, di buona scorrevolezza e lunga persistenza. I tannini sono ben presenti ma delicati. Ottimo vino, ideale per accompagnare piatti strutturati e complessi come arrosti, selvaggina e formaggi stagionati, ma che può essere bevuto anche da solo come vino da meditazione. Voto 90/100.

 
 

Asprinio Spumante Extra Brut Millesimato 2013 I Borboni

Martedì, 31 Gennaio 2017 14:11 Scritto da Pasquale Russo

Anche se la Cantina I Borboni di Lusciano ha origini antiche, che risalgono ai primi anni del Novecento, il marchio I Borboni nasce "solo" nel 1982 per merito del Cav. Nicola Numeroso,  personaggio carismatico, al quale va riconosciuto il fatto di essersi tanto prodigato per salvare dal pericolo di estinzione l’antico vitigno Asprinio d’Aversa, e di aver dato un contributo fondamentale a fargli ottenere prima l’Igt e dal 1993 il riconoscimento della Doc.

La totale secchezza di questo vitigno unita ad una pronunciata acidità, ne fanno uva d'elezione per la produzione di ottimi spumanti, soprattutto col metodo Martinotti-Charmat.

Ennesima riconferma di questa teoria è l'Asprinio Spumante Extra Brut Millesimato 2013 I Borboni. Colore giallo paglierino brillante con riflessi verdastri, presenta spuma bianchissima ed un perlage di buona finezza. Il profumo è agrumato, di limone e di pompelmo, unito a sentori di crosta di pane e ad un tenue finale di erbe aromatiche. In bocca è una stilettata, decisamente acido e salato, fruttato ed erbaceo. Finale strutturato e persistente. Ottimo come aperitivo, si lascia bere che è un piacere anche a tutto pasto.

 

Lacryma Christi del Vesuvio Bianco DOP 2015 Vigna delle Ginestre

Venerdì, 06 Gennaio 2017 16:44 Scritto da Pasquale Russo
Il Lacryma Christi è vino storico, vino dal passato glorioso intorno al quale però resta sempre l'alone di un vino "vecchio", un vino fine a se stesso da vendere ai turisti, e questo ha appannato un pò la sua immagine. Per fortuna, negli ultimi anni, l'opera caparbia ed orgogliosa di alcune nuove aziende sta dando nuovo slancio al Lacryma Christi e a tutta la denominazione Vesuvio, tra le più interessanti della Campania. Tra queste è sicuramente da annoverare l'Azienda Agricola "Giacomo Ascione", proprietaria del marchio "Vigna delle Ginestre", nuova realtà a conduzione familiare che ha l'obiettivo di riportare il vino del Vesuvio alla fama leggendaria e ai riconoscimenti che lo hanno caratterizzato storicamente.
Il nome "Vigna delle Ginestre" richiama alla mente la famosa poesia di Giacomo Leopardi ed il fiore diffuso nell'areale vesuviano; infatti, la vigna storica dell'azienda sorge proprio alle spalle della villa che ospitò il poeta nella prima metà del '800. Successivamente, a questi due ettari vitati di proprietà se ne sono aggiunti altri, sempre caratterizzati dalla presenza di suoli vulcanici dove le viti sono coltivate a "piede franco".

Il Lacryma Christi del Vesuvio Bianco DOP 2015 Vigna delle Ginestre, ottenuto da uve Coda di Volpe per l'85% e Greco per il restante 15%, matura in solo acciaio. Si presenta con un vivace e luminoso colore giallo paglierino. Al naso è fruttato, ecco quindi delicate e fragranti note di frutta a polpa gialla, pesca ma anche mandarino, e floreale con un intenso profumo di ginestre vesuviane. Ma dopo qualche minuto di permanenza nel bicchiere ecco emergere sentori erbacei di macchia mediterranea, erbe aromatiche mentuccia in particolare, tutto su un fondo sulfureo. Il sorso è tondo, morbido e piacevole; vino di buon corpo, caratterizzato da una vitale sapidità, da una notevole persistenza e da un invidiabile equilibrio.

Piedirosso dei Campi Flegrei DOC 2013 di Agnanum

Martedì, 20 Dicembre 2016 16:37 Scritto da Pasquale Russo

Raffaele Moccia è ritenuto, a ragione, un grande maestro del piedirosso perché è stato tra i primi a capire come meglio trattare questo difficile vitigno. È grazie a persone come Raffaele che il piedirosso sta vivendo una nuova stagione in cui, per fortuna, non c'è più spazio per le "tipiche puzzette" e diventa, vivaddio, sempre più facile imbattersi in vini nobili ed eleganti. Quella dell'azienda Agnanum può tranquillamente essere annoverata nell'ambito della "viticultura eroica" italiana. Infatti, i circa quattro ettari di vigneto dell'azienda, si trovano all'interno del cratere degli Astroni; la vigna è allevata sopra stretti terrazzamenti ricavati su un terreno scosceso e sabbioso. Siamo ad Agnano, zona di produzione della doc Campi Flegrei appartenente al comune di Napoli.

Affinato in acciaio, il Piedirosso dei Campi Flegrei DOC 2013 di Agnanum è un vino sontuoso. Il colore è rosso rubino-porpora vivo, il naso, potente ed elegante, è vinoso, sa di piccoli frutti rossi, di amarena e ancora di note speziate,leggermente pepato, di erbe e di fiori; il sorso è succoso e corposo, fresco e sapido, vellutato e beverino, e la corrispondenza gusto-olfattiva totale. Un gran bel vino, piacevolissimo dal primo all'ultimo sorso.

 

Falanghina dei Campi Flegrei DOP 2013 Contrada Salandra

Giovedì, 15 Dicembre 2016 16:33 Scritto da Pasquale Russo

Siamo nei Campi Flegrei e precisamente tra Monteruscello e Licola nel comune di Pozzuoli. È qui che si estendono i pochi ettari di vigneto di questa piccola grande realtà dell'enologia flegrea. Ma veniamo al vino. Colore giallo paglierino carico e brillante; al naso note fresche di agrumi e fiori gialli, seguite da delicate nuances di erbe aromatiche ed elegante sentore di miele; il sorso, pulito e ben equilibrato, mostra una freschezza ancora ben presente ma amalgamata al corpo del vino; tornano le sensazioni fruttate e le note dolci del miele; segue una nota marina sapida che allunga il finale persistente e piacevole. Insomma la Falanghina 2013 di Contrada Salandra è una vera e propria chicca, un vino che spariglia le carte, che sovverte il sentimento comune sviluppatosi intorno a questo vitigno.

Le mongolfiere a San Bruno

Ottima interpretazione dell’ azienda di Paolo Cotroneo della tipologia “rosato” dell’ultima, in ordine di tempo, docg della Campania Aglianico del Taburno. Ancora un colpo a segno da parte dell’azienda Fattoria la rivolta.

Scheda vino

Annata: 2010

Quantità bottiglie: 3.500

Vitigno: 100% Aglianico

Quintali uve per ettaro: 80

Vendemmia: manuale

Periodo vendemmia: inizio ottobre

Fermentazione: vinificazione in rosato con macerazione prefermentativa in pressa pneumatica a tank chiuso

Giorni fermentazione: 20

Temperatura max ferment.: 14° - 17°

Acidità totale in bottiglia: 5,62 g./l.

Estratto secco totale: 25,7 g./l.

Gradazione alcolica: 14,5% vol.

Temperatura di servizio: 12° - 14°


L’Azienda

"Fattoria La Rivolta" si trova a Torrecuso in provincia di Benevento alla contrada Rivolta.

Ai primi del novecento, dalla passione dei nonni Giovanni e Teresa nasce l'azienda agricola.Unendo le loro forze ed acquisendo sempre nuovi terreni nelle contrade Ciurica, Rivolta e Roseto, danno vita ad una delle più estese e produttive aziende agricole della provincia di Benevento. Alla loro morte gli oltre 120 ettari furono ripartiti tra gli otto figli. Nel 1991 due fratelli, Mario e Bruno, decidono di unire i loro terreni in una gestione comune; nasce così la "Ciurrica s.n.c.".

Le Ortole Pallagrello Bianco IGT 2007 - Azienda Agricola Vestini Campagnano

Venerdì, 27 Aprile 2012 16:51 Scritto da Pasquale Russo

Si tratta di una delle più interessanti interpretazioni di Pallagrello Bianco, vitigno autoctono dell'alto casertano. La Vestini Campagnano è da sempre impegnata nella valorizzazione di questo vitigno che produce uva sia a bacca bianca che a bacca nera. 

 

Scheda del vino

ZONA DI PRODUZIONE: Colline caiatine, in provincia di Caserta.

TERRENO: Argilloso

UVAGGIO: Pallagrello Bianco 100%

VINIFICAZIONE: Le uve vengono raccolte a maturazione avanzata. La fermentazione avviene  in barrique di rovere francese.

AFFINAMENTO: Almeno cinque mesi in legno a cui segue quello in bottiglia.

DATI ANALITICI MEDI: Grado alcolico svolto 13,5% vol

 

Falerno del Massico Rosso DOC - Camarato 2001 - Villa Matilde

Sabato, 14 Aprile 2012 17:32 Scritto da Pasquale Russo

Questo vino viene prodotto esclusivamente nelle migliori annate con uve raccolte nel vigneto omonimo, uno dei più vecchi e meglio esposti delle tenute collinari di Villa Matilde. 

 

Scheda del vino

Vitigni: 80% Aglianico, 20% Piedirosso.

Collocazione geografica e caratteristiche del vigneto: Da vigneti (150 mt. s.l.m.) siti a Camarato- Tenute di S.Castrese - Sessa Aurunca. Natura del terreno: vulcanico con una buona dotazione di fosforo e potassio.

Sistema di allevamento: Gouyot con circa 6 gemme per pianta.

Resa per ettaro (in litri): Resa in vino 3.500 litri circa.

Epoca e conduzione della vendemmia: Ultima decade di ottobre.

Vinificazione: I grappoli, selezionati a mano uno per uno, vengono pigiati delicatamente ed il mosto così ottenuto fermenta insieme alle sue vinacce per 20/25 giorni ad una temperatura di circa 25°C.

Maturazione: Dopo la fermentazione malolattica, il vino affina in barriques di rovere di Allier per 12 mesi, 1/3 nuove, 1/3 di secondo passaggio, 1/3 di terzo passaggio.

Affinamento: Affinamento in bottiglia per altri 12/18 mesi.

Conservabilità: Lunghissimo invecchaimento. Conservabile per 12-15 anni.

Grado alcolico: Grado alcolico svolto: 14% vol

 

EnoBlogRoll

Link utili

Vino Campano, vendita all'ingrosso!
 
Vino e Oli, il Mercato del vino e dell'olio!
 
Associazione "Enodegustatori Campani"

Invio campioni

Le Aziende che vogliono inviare le schede tecniche e i campioni dei loro prodotti, in modo da poterli degustare e recensire, possono farlo scrivendo al seguente indirizzo email:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
La degustazione ed eventuale recensione dei campioni inviati, saranno effettuate a titolo gratuito.Tra i vini pervenuti verranno recensite soltanto le etichette ritenute, ad insindacabile giudizio/scelta del blog, meritevoli di essere segnalate.

Link utili
 
Vino Campano, vendita all'ingrosso!
 
Vino e Oli, il Mercato del vino e dell'olio!
 
Associazione "Enodegustatori Campani"
Privacy Policy