Chiamaci 3337451218

Il bicchiere giusto per un vino

Venerdì, 24 Aprile 2015 17:10 Scritto da 

Già, il bicchiere giusto, ma quale sarà?! Sono consapevole che nella vita di tutti i giorni raramente ci si pone il problema, ma vi assicuro che possiamo apprezzare al meglio il vino che abbiamo davanti se lo serviamo nel calice più indicato. Vediamo quindi qualche piccola buona regola che ci aiuterà a scegliere il bicchiere giusto e, perché no, a evitarci qualche brutta figura.

Iniziamo a dire che, oltre a quella di contenere il liquido smile, la principale funzione del bicchiere è di riequilibrare le sensazioni, sia olfattive che gustative. Va da sé che uno stesso vino in due bicchieri dalla forma diversa ci darà sensazioni differenti, ma questo lo vediamo meglio dopo.

Come mantenere il bicchiere? Per un uso corretto il calice va afferrato "a pinza" sulla base, ma se non vi sentite sicuri, meglio evitare di farvi cadere il bicchiere e il suo contenuto sull’abito del malcapitato di turno, e quindi scegliere la più tranquillizzante presa diretta sul gambo. L’importante è che evitate di toccare la coppa con la mano perché, anche se siete una bella donna che ha appena rifatto il manicure, quelle dita che avvolgono “calorosamente” il calice proprio non si possono guardare. Tutto questo, ovviamente, non è solo per un motivo estetico, infatti, toccando la coppa con la mano si rischia di scaldare il contenuto, e alterare l'esame olfattivo dello stesso. Inoltre, più è distante la nostra mano e meno siamo a contatto con sentori indesiderati come ad esempio l'odore del sapone con il quale abbiamo lavato le mani o, peggio, il profumo che portiamo.

Il bicchiere più adatto alla degustazione del vino deve essere di vetro o di cristallo, trasparente, sottile, perfettamente asciutto e ben pulito. Per meglio apprezzare tutte le sfumature cromatiche che il vino offre, il bicchiere deve essere, quindi, incolore ma anche privo di scritte e decorazioni varie.

Vediamo qualche esempio di bicchiere più comune:

FluteLa Flûte è un bicchiere dalla forma a tulipano allungata o a triangolo capovolto, e si usa per servire lo champagne e lo spumante classico. La sua forma affusolata, a livello olfattivo, ci consente di portare meglio verso il naso la grande concentrazione di profumi in poca quantità, tipica di quando si degustano vini come lo champagne e lo spumante secco. Inoltre, dal punto di vista gustativo, la sua forma aiuta queste due bevande, prevalentemente sapide e acide, a essere convogliate verso la punta della lingua in modo da esaltarne, almeno inizialmente, il loro ridotto residuo zuccherino. Infine la sua forma slanciata esalta, in fase di esame visivo, il movimento di risalita delle bollicine.

 

 

CoppaAl contrario, lo spumante dolce come l'Asti o il Brachetto d'Acqui va bevuto nella classica Coppa. Questo perché le sensazioni dolci le percepiamo prevalentemente sulla punta della lingua, ed essendo la forma della coppa molto larga, quando introduciamo il vino in bocca, il liquido è convogliato immediatamente su tutta la sua superficie evitando di far percepire sulla punta tutte le tipiche sensazioni dovute al residuo zuccherino, che potrebbero anche risultare stucchevoli. Dal punto di vista olfattivo, l’ampiezza della coppa serve a mitigare la prorompente aromaticità primaria dell'uva con cui sono prodotti questi vini e lasciare spazio anche ad altri aromi.

 

 

BalloonIl Balloon è un bicchiere adatto ai vini rossi. Il bordo aperto esalta le componenti vegetali e legnose che il vino sviluppa durante l'invecchiamento. In più indirizza il liquido, in un sorso abbondante, sui bordi della lingua, dove si trovano le papille gustative sensibili all'acidità.

 

 

 

 

 

 

Gran Cru

 

Un vino maturo e importante necessita al contrario di un bicchiere Grand Cru, con un po' più di pancia, in maniera che sia meglio ossigenato e sprigioni i profumi terziari.

 

 

 

 

Calice passiti

I bicchieri da vini passiti/liquorosi o da distillati devono essere preferibilmente piccoli, allungati e con l'imboccatura stretta. In primo luogo perché devono contenere poco liquido da bere a piccoli sorsi, e poi perché l'alcool non deve coprire i profumi eleganti e, infatti, l'imboccatura stretta serve a convogliare meglio il bagaglio odoroso verso il naso.

 

 

 

Calice grappa

 

 

 

 

 

Spero di non aver contribuito ad aumentare la vostra confusione sull'argomento...

Letto 2350 volte

Lascia un commento

Link utili
 
Associazione "Enodegustatori Campani"
Privacy Policy